Il Link del Mese! (anno 2020)

il Link del Mese

Collegamenti ad articoli e post trovati sul web, in linea con i temi dell’associazione e del sito, o comunque ritenuti interessanti.
Dopo averli letti (si spera…), li elenchiamo in questa lista variopinta fornendo il link, la data di inserimento, un breve abstract e qualche parola di commento, infine eventuali risorse aggiuntive.

9-3-2020
'Le falle legate al cloud computing sono, purtroppo, molto comuni al giorno d'oggi: tipicamente ciò che accade è che un'azienda estragga un sottoinsieme di informazioni da un database aziendale primario, in modo che un team di ricerca o di marketing possa indagarvi senza intaccare la singola copia centrale'. È cosí che il provider del Regno Unito Virgin Media si è ritrovato con un archivio di circa 900.000 utenti esposto sul web. Lo racconta Naked Security.
It’s not a breach… it’s just that someone else has your data
E qui la pagina di TurgenSec, il gruppo che ha 'evidenziato' il problema: Our statement in response, following our disclosure to Virgin Media of a breach on 28th of February



12-02-2020
Ancora sull'Articolo 17 (ex-Articolo 13) e sulla Direttiva dell'Unione Europea sul Copyright. Questa volta il grido d'allarme (a nostro avviso interessato, ma che merita attenzione e comunque corretto nella sostanza) proviene dalle grandi aziende tecnologiche, tra cui spiccano Google, Twitter, Facebook. I punti del contendere sono i filtri di caricamento obbligatori e il blocco di siti 'pirata' (effettivi o presunti) in sviluppo in diversi paesi dell'Unione Europea. TorrentFreak espone la questione con una rapida retrospettiva e i documenti del caso.
Tech Giants Warn U.S. Against EU Upload Filters and Site Blocking
Per meglio rendersi conto della portata dell'appello, questi sono i membri delle due associazioni coinvolte. Membri di CCIA (Computer & Communications Industry Association): Amazon, BTO, Cloudflare, Dish, Ebay, Endurance, Eventbrite, Facebook, Google, Guardtime, Intel, Intuit, McAfee, Mozilla, NetAccess, Pandora, Pinterest, Rakuten, RedHat, Samsung, Sprint, Stripe, T_Mobile, Uber, Verizon, Zebra, Wirewheel. | Membri di IA (Internet Association): Airbnb, Amazon, Artboard 1, Doordash, Dropbox, Ebay, Etsy, Eventbrite, Expediagroup, Facebook, Google, Groupon, Grubhub, Handy, Iac, Indeed, Intuit, Linkedin, Lyft, Matchgroup, Microsoft, Paypal, Pinterest, Postmates, Quickenloans, Rackspace, Rakuten, Reddit, Snap Inc, Spotify, Stripe, Surveymonkey, Thumbtack, Tripadvisor, Turo, Twitter, Uber, Upwork, Vividseats, Vrbo, Zillowgroup, Ziprecruiter. Qui il link a un articolo selezionato nel 2019.


25-01-2020
Inauguriamo il 'link del mese' per l'anno 2020 non con un articolo specifico, bensí con un simpatico sito, checkra1n, che offre un inedito e -a quanto pare- funzionale jailbreak per iOs; vale lo sforzo leggere quel che spiegano del loro lavoro.
checkra1n, a community project to provide a high-quality semi-tethered jailbreak to all
Per una sintesi del progetto, segnaliamo comunque un articolo esplicativo su Cybersecurity360: Checkm8, il jailbreak che ha dato scacco matto ad Apple